Honda. Sempre più vicina una moto elettrica di piccola "cilindrata"

Superincio

Spuntano nuovi brevetti Honda per una moto elettrica su base CB125R. Quando la vedremo su strada?

Quanto manca perché le moto elettriche diventino una reale alternativa a quelle termiche? Se oggi compriamo un'utilitaria o uno scooter la comparativa viene automatica e la propulsione elettrica è una scelta presa in seria considerazione. Nelle moto ancora non abbiamo fatto questo passo avanti e i modelli elettrici vengono ancora considerati come dei pionieri. Si aspetta in qualche modo che diventino in grado di soddisfare le nostre richieste (prezzo e autonomia in primis) e che diventino in qualche modo main stream. Si aspetta un battesimo ufficiale, come potrebbe essere l'entrata in scena delle case giapponesi e questo momento potrebbe essere più vicino di quanto pensiamo, almeno a giudicare i brevetti di Honda. La prudenza è d'obbligo soprattutto visti i tanti concept che dai saloni non hanno mai imboccato la strada dei concessionari, ma i tempi ormai potrebbero esser maturi.

La prima moto elettrica di Honda, a giudicare dai disegni scovati da BikeSocial sembra sarà basata sul telaio della CB125R. Appoggiasi a un modello già esistente questo riduce i costi di ricerca, sviluppo e di produzione rispetto a un progetto che deve partire da zero. Un veicolo zero emissioni che condivide gran parte della ciclistica con una versione a benzina godrebbe certamente di un vantaggio decisivo.Negli ultimi giorni Honda ha depositato altri brevetti che mostrano tre diversi progetti tutti relativi a una moto elettrica su base CB125R. Cambiano leggermente la disposizione di motore, batteria e trasmissione, ma non l'idea. Quello che più stupisce è quanto sia poco lo spazio occupato da trasmissione e motore. Dai nuovi disegni si vede anche come le prese d'aria del modello termico sono utili a raffreddare la batteria nella futura moto elettrica e il foro per fare benzina diventa l'apertura dove inerire il connettore di ricarica.

Non c'è ovviamente la certezza di vedere presto su strada una moto elettrica Honda, ma con il crescere dei brevetti depositati le probabilità aumentano. Inoltre l'indicazione, ormai confermata, che la casa giapponese sta lavorando sulla base di partenza di un 125 rende ulteriormente concreto il progetto, visto che un debutto elettrico con moto più potenti sarebbe decisamente più difficoltoso e improbabile.