Firmato il Protocollo di Intesa tra FMI e FAI

Superincio

MAR. 23, 2023

L'accordo triennale punta a portare i motociclisti a visitare i beni del Fondo per l'ambiente italiano, nell'ottica di un mototurismo di qualità ed ecosostenibile

E’ stato firmato il Protocollo di Intesa tra la Federazione Motociclistica Italiana e il FAI - Fondo Ambiente Italiano. L’accordo – della durata di tre anni e fortemente voluto dalla Commissione Ambiente FMI presieduta dall’Ing. Giancarlo Strani – è stato redatto tenendo in considerazione le esigenze dei motociclisti e di tutela del territorio.

Se la FMI ha tra i suoi fini la promozione della cultura motociclistica, il FAI ha come scopo principale la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. Il protocollo di Intesa è stato siglato proprio con l’intento di dare ulteriore impulso alle iniziative volte a favorire il raggiungimento di tali obiettivi: non appena la situazione pandemica volgerà ad una auspicata normalità, verranno resi noti numerosi itinerari grazie ai quali i motociclisti potranno visitare i Beni del FAI, all’insegna del Mototurismo di qualità ed ecosostenibile.

Giovanni Copioli: “Il Protocollo di Intesa firmato con il FAI - Fondo Ambiente Italiano rappresenta un’ottima opportunità di scoperta del territorio per i nostri mototuristi. Grazie a questo accordo, appena le circostanze lo permetteranno, sarà possibile visitare il nostro Paese tramite itinerari realizzati in collaborazione con un’istituzione che tutela e promuove il patrimonio storico, artistico e paesaggistico italiano. Valori che come FMI condividiamo pienamente e ci impegniamo a trasmettere attraverso le attività delle Commissioni Ambiente e Turistica. Da appassionato spero di poter salire presto in sella e percorrere uno dei tracciati proposti!”

Davide Usai, Direttore Generale FAI: “Mai come quest’anno sentiamo il bisogno di riavvicinarci al nostro patrimonio storico, artistico e paesaggistico, di vivere il nostro Paese, alla scoperta di angoli ancora inesplorati oppure tornando nei luoghi che più ci sono cari. Grazie all’Intesa firmata con la FMI, il FAI invita motociclisti e appassionati di mototurismo a salire in sella e raggiungere i propri Beni, tesori di natura, arte e cultura. Mete splendide in cui sostare, ristorarsi e ritemprarsi, godendo del contatto con la nostra storia e la bellezza: visite imprescindibili di un viaggio in motocicletta indimenticabile, attraverso il Paese più bello del mondo”.