Covid19, il nuovo decreto: cosa si può fare in moto

Superincio

MAR. 23, 2023

Seconde case, turismo, attività sportiva agonistica e amatoriale: ecco tutto quello che c'è da sapere

La nuova stretta anti-Covid voluta dal governo Draghi si concretizza in un decreto legge varato oggi dall'esecutivo e che assumerà valore dal giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale (di fatto, sarà operativo da lunedì, anche se le Camere hanno 60 giorni di tempo per convertirlo). Si annuncia il passaggio di quasi tutte le regioni italiane in rosso o in arancione (con poche eccezioni, come la Sardegna che resta bianca). Ciò comporta il blocco della mobilità interregionale e - in zona rossa - anche di quella tra un Comune e l'altro. Ecco quindi cosa è possibile fare con i veicoli a due ruote.
POSSO SPOSTARMI IN MOTO PER UNA GITA?
Assolutamente no: ogni spostamento deve essere motivato da reali giustificazioni, tra le quali non rientra il mototurismo.



HO UNA SECONDA CASA IN UNA REGIONE ROSSA. POSSO ANDARCI IN MOTO?
Sì, anche se si tratta di una disciplina piuttosto complessa. Posso viaggiare in moto con membri del mio nucleo familiare verso la seconda casa di cui sono legittimo proprietario o affittuario (sempre che il contratto sia stato stipulato prima del 14 gennaio 2021), anche se si trova in un'altra regione rossa.

Vero è anche che le Regioni ad alto afflusso turistico (Sardegna, Valle d'Aosta, le province autonome del Trentino e dell'Alto Adige, in parte anche la Toscana) stanno provando a blindare i propri confini per evitare afflussi eccessivi di persone provenienti da altre regioni. Ma la loro volontà di limitare la libera circolazione va in conflitto con lo Stato, l'unico che può esercitare tale potere.



SONO UN ATLETA AGONISTA. POSSO CONTINUARE AD ALLENARMI?
Sì, anche in zona rossa. Tutti i possessori di licenza agonistica FMI hanno diritto a proseguire i propri allenamenti finalizzati all'attività agonistica sia in impianti chiusi (crossodromi, autodromi) ma senza poter utilizzare spogliatoi comuni, sia su strada pubblica (ad esempio, un endurista).



SONO UN ENDURISTA AMATORIALE. POSSO ANDARE IN MOTO?
Dipende dal colore della Regione. Le attività sportive di base e amatoriali effettuate quindi a titolo personale (sia in impianti privati, sia su suolo pubblico) sono consentite solo in zona bianca, gialla e arancione (ma con spostamento fuori dal Comune ammesso soltanto per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili nel proprio Comune), mentre sono vietate in zona rossa.




POSSO RECARMI AL LAVORO IN MOTO E SCOOTER?
Sì. Nelle regioni dal colore arancione in su è possibile spostarsi (con autocertificazione) per comprovate esigenze lavorative, di salute e di emergenza, tenendo ben presente che dalle 22 alle 5 vige il coprifuoco.